Troppi loculi vuoti, il Comune di Bologna aumenta la durata delle concessioni

Il Comune di Bologna ha approvato una delibera che prevede la possibilità di incrementare la durata delle concessioni al Cimitero di Bologna, pagando la stessa tariffa di prima. L’obiettivo è quello di scoraggiare l’abbandono dei loculi a contratto scaduto, pratica che negli ultimi anni ha subito un aumento, vista la possibilità di cremare le salme.

Palazzo d’Accursio stima che in futuro sempre più spesso l’offerta di spazi cimiteriali sarà superiore alla domanda, per questo ha deciso di intervenire con alcune misure che, è l’auspicio, porteranno a “un aumento della richiesta di concessioni”.

Una scelta necessaria per provare ad arginare l’aumento dei loculi inutilizzati, considerato che “a seguito della scadenza della concessione di loculi nel periodo 2009-2014 – si legge in una agenzia Dire – si è già confermata una maggiore offerta rispetto alla domanda”, e a questi dati si devono aggiungere quelli del periodo precedente il 2009, da cui risulta, secondo il Comune, “un eccesso di scadenze di concessioni rispetto alla domanda”.